MODELLO ORGANIZZATIVO AZIENDALE D.LGS 231/2001

Il D.Lgs. 8 giugno 2001 n. 231 ha introdotto nel nostro ordinamento legislativo, il principio della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche per i reati commessi dalle figure apicali, di vertice, e dalle persone sottoposte alla vigilanza delle figure apicali anzidette (dipendenti, fornitori ecc.) nell'oro interesse o a vantaggio dell'ente stesso.

È stato cioè introdotto il concetto della nuova "responsabilità amministrativa" per un numero predeterminato, ma progressivamente sempre più esteso col passare degli anni, di reati a carico dell'ente, che va ad aggiungersi a quella tradizionale della persona fisica che ha commesso o tentato il reato.

 

Tale responsabilità estende i propri pesantissimi effetti sul patrimonio dell'oro Ente e, indirettamente, sugli interessi economici dei soci e in alcuni casi può portare anche alla revoca dell'autorizzazione necessaria per svolgere l'attività o al commissariamento giudiziale dell'ente.
Il legislatore ha espressamente previsto con il suddetto decreto, la possibilità per l'Ente di essere esentato dalla predetta responsabilità nella sola ipotesi esimente in cui questi si sia dotato di un Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo e di un Organismo di Vigilanza e nel caso in cui il predetto modello risulti efficace e sia costantemente verificato ed aggiornato. Aset Holding S.p.A. ha recentemente adottato il suddetto modello aziendale di organizzazione, gestione e controllo i cui scopi e finalità consistono in:

  • adottare, prima della commissione del fatto, modelli organizzativi e gestionali idonei a prevenire reati;
  • costituire un organismo dell'ente con compito di vigilare efficacemente sul funzionamento e sull'osservanza di modelli e curare il loro aggiornamento;
  • definire i modelli di organizzazione e gestione;
  • essere in grado di evitare la commissione del reato;
  • individuare le attività nel cui ambito possono essere commessi tali reati;
  • prevedere specifici protocolli diretti a programmare la formazione e l'attuazione delle decisioni dell'ente in relazione ai reati da pervenire;
  • individuare modalità di gestione delle risorse finanziarie idonee ad adempiere la commissione dei reati.

I suddetti adempimenti devono poter essere svolti senza danneggiare l'attività aziendale, per cui è necessario l'utilizzo di strumenti che permettano di raggiungere il risultato senza gravare in modo eccessivo sui processi aziendali, riducendo al contempo il costo correlato degli adempimenti stessi.
A tale proposito l'azienda ha adottato un codice etico che illustra i comportamenti che i dipendenti devono adottare in azienda, un codice disciplinare in cui sono state introdotte le nuove sanzioni per il mancato rispetto delle disposizioni aziendali in materia di sicurezza e rispetto del protocollo adottato secondo le indicazioni del D.Lgs 231/01 e istituito l'Organismo di Vigilanza che il compito di verificare l'avvenuta applicazione del modello organizzativo.

SISTEMA DI GESTIONE DELLA SICUREZZA SUL LAVORO

Un sistema di gestione della sicurezza sul lavoro (SGSL), è un sistema organizzativo aziendale finalizzato a garantire il raggiungimento degli obiettivi di salute e sicurezza cercando, attraverso la strutturazione e la gestione, di massimizzare i benefici minimizzando al contempo i costi.

Il SGSL definisce le modalità per individuare, all’interno della struttura organizzativa aziendale, le responsabilità, le procedure, i processi e le risorse per la realizzazione della politica aziendale di prevenzione, nel rispetto delle norme di salute e sicurezza per i lavoratori, in modo da renderle efficienti e più integrate nelle operazioni aziendali generali, nell’ottica del miglioramento continuo.

Aset Holding S.p.A. ha recentemente adottato un SGSL aziendale applicato a tutti i propri processi di erogazione dei servizi.

 

Finalità di un SGSL

Un SGSL correttamente implementato deve garantire:

  • la riduzione dei costi derivanti da incidenti, infortuni e malattie correlate al lavoro attraverso la minimizzazione dei rischi a cui possono essere esposti i dipendenti e in genere tutte le persone che possono ruotare intorno all’azienda (clienti, fornitori, etc.);
  • l’aumento dell’efficienza dell’azienda;
  • il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza sul lavoro;
  • la massima facilità nel poter produrre tutta la documentazione richiesta dalle nuove norme.

Il SGSL opera sulla base della sequenza ciclica delle fasi di pianificazione, attuazione, monitoraggio e riesame del sistema per mezzo di un procedimento dinamico.

La capacità del sistema di raggiungere gli obiettivi pianificati deriva dall’impegno e dal coinvolgimento di tutte le funzioni aziendali e soprattutto del livello più elevato.

Al fine di garantire il raggiungimento degli obiettivi, l’azienda ha adottato una politica di sicurezza e suddiviso le responsabilità ed i ruoli secondo un organigramma aziendale che vengono periodicamente aggiornati e implementati.

 

Aset Holding

Gestiamo gli assets patrimoniali relativi al servizio idrico integrato, l’igiene ambientale e il servizio di distribuzione gas nel territorio del comune di Fano, le farmacie comunali dei comuni di Fano, Piagge e Cantiano, le aree di sosta a pagamento, il servizio di illuminazione votiva e il servizio di verifica degli impianti termici nel comune di Fano.

Aset Holding Spa

P.Iva 02122270412

Numero R.E.A.: PS - 156045

Capitale sociale interamente versato:

€ 16.389.889,00

Sede

Via Nolfi 3/a - 61032 Fano (PU)
Telefono: 0721 818111
Fax: 0721 81 81 34
Email: info@asetholding.it
Pec: pecasetholding@pec.it
Orari di apertura al pubblico:
dal lunedì al venerdì: 8,30 - 13,30