Procedure di Contestazione di un Preavviso di Accertamento

Premessa

Gli Accertatori della Sosta che controllano le aree di sosta a pagamento gestite da Aset Holding S.p.A. emettono, nei casi di violazione delle specifiche norme del codice della strada, dei preavvisi di accertamento. La copia del preavviso ed il bollettino postale per il pagamento della sanzione, vengono lasciati sul parabrezza del veicolo sanzionato, mentre l’originale viene consegnato al Comando di Polizia Municipale di Fano che poi procederà all’eventuale verbalizzazione e notifica.

Non è possibile contestare il preavviso, quindi gli utenti che volessero opporsi alla sanzione devono recarsi al Comando di Polizia Municipale di Fano, sito in via Mura Malatestiane n. 2 – 61032 Fano (PU), muniti della loro copia del preavviso, della patente di guida, del documento di identità e del codice fiscale, per farsi rilasciare il verbale.

In caso contrario se non si richiede la verbalizzazione di persona e se non si procede al pagamento della sanzione entro i termini di legge, il Comando di Polizia Municipale procede d’ufficio alla redazione del verbale e alla notifica all’utente, con il relativo aumento del costo per spese di istruttoria e spedizione.

Due modalità di contestazione

L’utente dopo aver ricevuto dal Comando di Polizia Municipale il verbale, può procedere con la contestazione del preavviso secondo due possibili modalità che hanno tempi e procedure diverse: è possibile rivolgersi al Prefetto del capoluogo di provincia in cui è avvenuta l'infrazione, oppure al Giudice di Pace.

In entrambi i casi il ricorso può essere presentato in carta libera, entro 60 giorni dalla data di ricevimento della notifica, consegnandolo a mano oppure inviandolo con raccomandata con avviso di ricevimento. I tempi di risposta variano: per il Prefetto sono fissi, mentre per il Giudice di Pace dipendono da quando viene fissata l'udienza.

La prima differenza sostanziale tra le due procedure consiste nel fatto che il ricorso al Giudice di Pace ha un costo fisso di 38 euro e inoltre l'automobilista che contesta la multa deve presentarsi di persona all'udienza.

Se la multa è di scarsa entità o la città dove è avvenuta l'infrazione contestata è lontana da quella di residenza, il ricorso al giudice di pace potrebbe non essere conveniente: le spese fisse e di viaggio renderebbero il procedimento piuttosto costoso. A favore di questa soluzione c’è però il fatto che il Giudice di Pace, anche nel caso in cui non accolga in pieno il ricorso, ha la facoltà di diminuire l'ammontare della multa.

Al contrario, il ricorso dal Prefetto è gratuito, ma se la contestazione viene respinta, la multa da pagare sarà almeno doppia rispetto a quella iniziale.

Aset Holding

Gestiamo gli assets patrimoniali relativi al servizio idrico integrato, l’igiene ambientale e il servizio di distribuzione gas nel territorio del comune di Fano, le farmacie comunali dei comuni di Fano, Piagge e Cantiano, le aree di sosta a pagamento, il servizio di illuminazione votiva e il servizio di verifica degli impianti termici nel comune di Fano.

Aset Holding Spa

P.Iva 02122270412

Numero R.E.A.: PS - 156045

Capitale sociale interamente versato:

€ 16.389.889,00

Sede

Via Nolfi 3/a - 61032 Fano (PU)
Telefono: 0721 818111
Fax: 0721 81 81 34
Email: info@asetholding.it
Pec: pecasetholding@pec.it
Orari di apertura al pubblico:
dal lunedì al venerdì: 8,30 - 13,30